15 minuti per dire addio ai risvegli traumatici e fare il pieno di energia

È molto facile che capiti di svegliarsi senza energie. A volte ci si sente più stanchi del momento prima di andare a letto. Inoltre ci sono persone non si trovano per niente a loro agio nel doversi svegliare presto.

Svegliarsi di buon’ora può comportare lentezza, torpore, mal di testa, difficoltà ad attivare mente e corpo. La mattina, se l’energia è inesistente e richiede un caffè bevuto a digiuno, è necessario prendere provvedimenti. Bisogna capire cosa c’è che non va.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Svegliarsi bene è fondamentale per essere davvero pronti e reattivi per la giornata. Allo stesso modo un sonno ristoratore deve essere profondo. Non si può pensare di avere buoni risultati sul lavoro o nei propri impegni senza un buon risveglio.

Per risolvere la stanchezza mattutina bisogna fidarsi del proprio corpo ma anche seguire delle buone abitudini. Ecco perché servono 15 minuti per dire addio ai risvegli traumatici e fare il pieno di energia.

Errore fatale è posporre la sveglia

L’epoca della sveglia da comodino è finita. Ormai il compito di destare dal sonno è stato dato ai telefoni e agli smartphone. Peccato che questi abbiano una funzione deleteria per il risveglio sereno.

La funzione è chiamata “snooze”, dall’inglese “pisolino, sonnellino”. Questa funzione permette di posticipare il suono della sveglia di 5/10/15 minuti. Quindi, al suono della sveglia basterà attivare lo snooze per concedersi qualche altro minuto di sonno.

Purtroppo, sebbene possa sembrare di dare sollievo al corpo, in realtà è dannoso. Ogni volta che la sveglia suona il corpo si ridesta. Ma se lo si costringe a riaddormentarsi, ciò crea confusione e annebbiamento. Gli scienziati chiamano “inerzia del sonno” quando la mente e il fisico non capiscono bene se svegliarsi o meno.

15 minuti per dire addio ai risvegli traumatici e fare il pieno di energia

In soli 15 minuti si può acquisire una sana abitudine che sconfiggerà il trauma del risveglio. Limpidezza del pensiero e corpo scattante prenderanno il posto della mancanza di forze.

Ecco un esercizio che sconvolgerà la routine mattutina con risultati sorprendenti.

Nei primi 5 minuti l’atto del risveglio deve consistere nello scendere dal letto e bere un bicchiere d’acqua tiepida con del limone.

In questo modo il corpo si reidraterà dopo la notte, con l’effetto di decontrarsi.

Nei successivi 5 minuti bisogna allungare il corpo con qualche esercizio di yoga o di stretching. Si può scegliere quello che più mette a proprio agio. Deve essere una sequenza breve e rilassante.

La terza fase dei 15 minuti comprende una respirazione profonda tappando alternatamente le narici e respirando con una alla volta. Questa antica tecnica calma la mente e la rende lucida, riattivando il corpo.

Ecco terminati i 15 minuti ideali per un ottimo risveglio pieno di forze.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te