12 cose da fare e vedere a Firenze per una gita fuori porta fra musei, giardini e buona cucina

Spesso non ci facciamo caso, ma ci sono persone che vengono dall’altra parte del Mondo per ammirare le bellezze del nostro Paese. Spesso queste sono a un passo da casa nostra. Eppure, fra un impegno e l’altro, finiamo per rimandare una visita ad un monumento o ad una città, oppure pensiamo di aver visto tutto quello che c’era da vedere. In realtà, anche nelle città più conosciute c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Con questo in mente, abbiamo stilato una lista delle 12 cose da fare e vedere a Firenze per una gita fuori porta fra musei, giardini e buona cucina. Alcune tappe sono assolutamente irrinunciabili se visitiamo la città per la prima volta. Altre, invece, potrebbero sorprendere anche chi la conosce già.

Cominciamo dalle basi

Ovviamente, se visitiamo Firenze per la prima volta Piazza del Duomo è una tappa obbligata. Da qui possiamo ammirare la straordinaria cupola del Brunelleschi o salire sul campanile di Giotto, da dove possiamo godere anche di una vista mozzafiato sulla città.

Proseguendo a piedi raggiungiamo un’altra piazza importante, Piazza della Signoria. Qui la città sfoggia il suo iconico Palazzo Vecchio, la Loggia dei Lanzi e la Fontana del Nettuno.

Altra tappa obbligata è la Galleria degli Uffizi, un museo dalla fama mondiale che espone opere di Michelangelo, Botticelli, Raffaello, Leonardo da Vinci e tanti altri. Proprio per questo, si consiglia sempre di prenotare in anticipo i biglietti, visitando il museo privatamente o con visita guidata.

La nostra quarta tappa ci porta al Ponte Vecchio, proprio nelle vicinanze del Palazzo Vecchio e della Galleria degli Uffizi. La sua caratteristica principale è quella di essere, sì un ponte percorribile, ma sormontato da alcune case che sembrano costruite un po’ alla rinfusa.

Chi va a Firenze raramente non può tornare a casa senza aver visto il David di Michelangelo. La statua originale la troviamo esposta alla Galleria dell’Accademia. Anche in questo caso sarà meglio prenotare il biglietto con un certo anticipo.

12 cose da fare e vedere a Firenze per una gita fuori porta fra musei, giardini e buona cucina

Oltre ai musei più conosciuti merita una visita anche Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli, un’oasi verde dove prendere un respiro. All’interno del Palazzo, invece, troviamo diversi musei con opere che spaziano dall’arte rinascimentale a quella moderna.

La tappa numero 7 ci porta a Piazzale Michelangelo. Situato su una collina, offre una magnifica vista sulla città e sull’Arno.

Sempre nella zona dell’Oltrarno troviamo il quartiere San Frediano, caratteristico e molto vitale, ricco di botteghe e locali tradizionali in cui gustare la cucina tipica.

I buongustai non possono rinunciare alle bellezze del Mercato di San Lorenzo, caratterizzato da una parte interna riservata agli alimenti, e una parte esterna, all’oggettistica. Nella Loggia del Mercato Nuovo, invece, troviamo la Fontana del Porcellino, che sarebbe in grado di esaudire i nostri desideri mettendogli una monetina fra i denti.

Continuiamo la nostra passeggiata a Firenze, visitando la tisaneria dell’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, considerata la farmacia più antica d’Europa. Oppure, concediamoci una piacevole passeggiata ai Giardini del dragone, dove possiamo ammirare una scultura vegetale proprio con quella forma.

Le ultime due tappe sono fra le meno conosciute della città. Stiamo parlando del Museo Horne, dove possiamo immergerci in una tipica abitazione fiorentina rinascimentale. L’ultima, invece, ci porta nei misteriosi sotterranei di Firenze, le cosiddette “burelle”, che nel corso dei secoli hanno rivestito molti ruoli diversi, fra cui quello di prigione.

Riscopriamo il nostro patrimonio visitando anche questa città italiana molto ambita.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te