Wall Street raggiunge nuovi record

a cura della dott.ssa Giovanna Maria Cristina Sambataro

Gli indici americani hanno concluso la prima settimana dell’anno con nuovi guadagni, il Dow Jones, peraltro, per un passo non ha sfondato i 20.000 punti tanto attesi dagli investitori, infatti il suo massimo giornaliero è stato 19.999,63.

Il Nasdaq e S&P500 hanno seguito la stessa strada, il primo ha toccato 5.020,70 punti e il secondo 2.277,00 punti. L’insediamento di Trump alla Casa Bianca è previsto per giorno 20 gennaio, pertanto se non giungeranno notizie contrastanti, il rialzo degli indici americani non è ancora arrivato al traguardo.

Le azioni americane, quali Amazon, Google, Apple, etc., nel contempo hanno ripreso vigore.

La pubblicazione del dato macroeconomico sulla disoccupazione americana, che appena pubblicato ha visto virare gli Indici al ribasso, poi la successiva ripresa li ha condotti ai massimi storici.

La coppia EUR/USD perde nuovamente valore a favore del dollaro e alla fine delle contrattazioni americane viene scambiata a 1,0533. Lo yen, invece, a 117,03 contro il dollaro.

I discorsi dei vari membri del FOMC, peraltro, confermano quanto espresso sui verbali pubblicati lo scorso mercoledì e i tre rialzi dei tassi per l’anno in corso iniziano a diventare realtà.

Nonostante lo scetticismo di alcuni analisti, che reputano che la Yellen possa avere ripensamenti a riguardo come l’anno precedente, gli ultimi dati macroeconomici mostrano con evidenza la crescita dell’economia americana. La FED non potrà esimersi da tali rialzi e, probabilmente, se Trump dovesse attuare quanto ha dichiarato, si potrà assistere ad un quarto rialzo.

Non resta che attendere l’avvento del neo presidente.

Wall Street raggiunge nuovi record ultima modifica: 2017-01-07T18:39:50+00:00 da redazione

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.