I mercati potrebbero beffare tutti nelle prossime settimane

Come abbiamo scritto già dall’anno 2007 su queste pagine, a marzo 2009 scadeva per Wall Street un ciclo trentennale ed il minimo segnato non dovrebbe essere più toccato nei prossimi anni.

Dal 2009 dovrebbe essere partito un nuovo ciclo trentennale che nei prossimi 14/15 anni almeno non dovrebbe vedere crash superiori al 20%.

Questa previsione e “questo conteggio” stride con il forte ribasso previsto dalle medie storiche per il periodo luglio 2017/marzo 2018.

Man mano che ci avviciniamo a queste date, aumentano i fattori che possono lasciar pensare ad un imminente ribasso.

Questi fattori non sono elementi grafici ma solo e soltanto elementi previsionali. Di recente si sono aggiunti 2 Hindenburg Omen confermati.

Prima di dire ribasso, dobbiamo leggerlo sul grafico e tale elemento ancora non c’è, anzi.
Diversi elementi ci fanno ritenere che i mercati dei prossimi 6 mesi potrebbero continuare al rialzo beffandosi delle previsioni ribassiste.

Al posto di un forte ribasso, da luglio in poi i mercati partiranno violentemente al rialzo?

Il trend annuale è al rialzo e ad oggi  come da Bear/Bull Indicator di Proiezionidiborsa non si ravvisano elementi “ostativi”.

La media storica va verso un errore?

“Va messo in cantiere!”

I mercati potrebbero beffare tutti nelle prossime settimane ultima modifica: 2017-06-19T16:46:27+00:00 da Gerardo Marciano

Scarica il report gratuito!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il report di 86 pagine con l'Outlook per il 2017

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.