Mercati Internazionali. Ciclicità e Anticiclicità

Questo è un Ciclo economico

Ecco invece, come si comportano sempre gli investitori

Chiaro, perchè che il 95% degli investitori perde sempre sui Mercati Azionari ?

Perchè fa sempre matematicamente il contrario di quello che dovrebbe fare !

Il mercato, è fatto di cicli e averne consapevolezza può aiutare nella gestione del rischio e nel massimizzare i guadagni.

Come può essere raggiunto questo scopo ?

Andando a “scoprire” nel passato i cicli dei mercati. Come possiamo “scoprire” i cicli del mercato dal passato ed essere sicuri ( avere le probabilità a favore ) che l’investimento futuro sia di successo ?

Mediante un’analisi statistica delle serie storiche degli indici.

Quali sono questi Cicli ?

Espansione economica=Tassi di interesse in rialzo=Mercati azionari in rialzo

Recessione/rallentamento economico=Tassi di interesse in ribasso=Mercati azionari in ribasso.

Sembra di una semplicità disarmante, ma chi riesce a seguire queste piccole regole:

•Acquistare nei periodi di recessione o di rallentamento, dove i tassi sono bassi, e i Mercati azionari sottovalutati ( Acquistare basso )
•Vendere nei periodi di espansione, dove i tassi sono alti, e i Mercati azionari sono alti ( Vendere alto ); guadagnerà sicuramente sui Mercati azionari.

In sostanza, l’investitore rende difficle, quello che dovrebbe essere facile, e come se al risultato dell’addizione 2+2=4, lui si incaponisse, dicendo che fa tre, e si comporta come se realmente il risultato fosse 3 !.

Oggi, molti continuano a discutere se ci aspetta o meno una recessione, inoltre si continuano ad interpretare le parole di Bernanke, di Trichet, del G7..
Interpretare, sì, proprio questo termine !

Qualcuno sembra paragonare le Banche Centrali, alla Sibilla Cumana

Sapete chi erano le Sibille ?
Erano persone che prevedevano il Futuro, ma le loro parole, il loro oracolo andava interpretato !
Il paradosso attuale è questo : nè i dati macroeconomici anticipatori, e nemmeno quelli coincidenti ( parliamo dell’economia americana ), scontano una recessione economica, ma tutti parlano di recessione economica : in sostanza ne sanno più questi soggetti, che la Fed stessa !

Qualche buontempone, nelle sue interpretazioni dei dati, accampa pure l’ipotesi, che la Fed possa truccare i dati economici, per nascondere una forte recessione in atto !

Immaginiamo la scena, Trichet telefona a Bernanke e gli dice :” Senti, qua escono i dati del Pmi, o della disoccupazione, aggiungiamo un più e togliamo un meno, non dobbiamo far vedere che siamo in recessione, altrimenti noi, non prendiamo i bonus sui nostri stipendi ! “

Ma secondo Voi, a Trichet, a Bernanke o a qualcun altro, cosa cambia se l’economia entra o meno in recessione ?

Nulla !
Liberate la vostra mente da questi pensieri, se sono presenti: il compito delle Banche Centrali, non è quello di occultare il ciclo economico, ma è questo di stimolare e rimediare a quello che succede nel ciclo economico !
Se si ravvisa rallentamento devono tagliare i tassi, per far prendere al ciclo stesso, la sua strada storica, la sua alternanza: passaggio da periodi di rallentamento a quelli di espansione…
Le Banche Centrali non hanno nessun interesse ad occultare quello che succede, e i dati economici, non vanno interpretati, perchè non presentano nessun aspetto da interpretare.
Quindi, oggi dire che l’economia americana è già in recessione, o sta entrando in recessione, è, e rimane una mera supposizione o una mera acrobazia dialettica, e in tale alveo ( quello della diquisizione ) deve essere confinato !

La Storia ,le Serie storiche e l’alternanza del ciclo economico dicono :

Che alla debolezza del primo trimestre 2008, seguirà molto probabilmente un Bull Market nei prossimi 18 mesi, e che i livelli attuali sono grandi e ghiotte occasioni di acquisto.

La statistica inoltre aggiunge :

Probabilità del 80% che nel primo trimestre 2008 e poi per tutto l’anno, il minimo del 2007 del Dow Jones resterà inviolato in chiusura di seduta ( Minimo del 2007 11.926 ca );
Bottom annuale nel primo trimestre dell’anno con probabilità superiori al 95%;
Il 2008 dovrebbe chiudersi con elevate probabilità positivo.

Chi acquista in questo trimestre ( sulla parte bassa del range, quindi sui minimi non sui massimi ! ), quando potrà statisticamente vedere guadagni ?

Non prima di Luglio/Agosto o addirittura Dicembre 2008, ma i veri guadagni, anche a
doppia cifra ,si potranno vedere soltanto nel 2009…poi verranno altri due/tre anni di ribassi…

La Borsa dal 1897 al 2030_Statistiche di Borsa dal 1897 al 2007 e previsioni dal 2007 al 2030
In questo Libro attraverso statistiche scientifiche, rigorose e matematiche hai tutti gli strumenti per delinerare lo scenario futuro dei Mercati Internazionali fino al 2030 e di più…

Puoi capire quando aspettarti un ribasso o un rialzo a livello settimanale, mensile, annuale, decennale..

Puoi capire quando aspettarti un minimo o un massimo, una recessione, un bull market, un bear market..

Perchè il Futuro è già scritto nella Storia dei Mercati !!!

Per Informazioni http://www.proiezionidiborsa.com

Mercati Internazionali. Ciclicità e Anticiclicità ultima modifica: 2008-02-11T09:13:00+00:00 da redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi subito un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.