Mercati Internazionali: 6 settimane di ribasso?

Meno di due mesi fa il mondo sembrava destinato ad un crack senza precedenti, oggi siamo a oltre + 50% dai minimi.
Il tragitto di questa salita è stato alquanto tortuoso e costellato da falsi segnali, e quindi, non abbiamo dubbi sul fatto che la correzione che dovrebbe iniziare, potrebbe essere caratterizzata da un falso segnale di continuazione rialzista.

Anche se la storia si ripete, ma con qualche imprecisione, secondo le nostre mappe storiche tracciate dalla Bussola di Wall Street, ci attendono settimane di situazioni avverse.

In verità nelle prossime 6 settimane, non ci attendiamo veri e propri collassi del tipo si salvi chi puo’.
Non è ancora il momento per “mattanze”, ma queste dovrebbero essere rinviate nei prossimi mesi, quando potrebbero essere maturi i tempi per la formazione di un Hinderbourg Omen (segnalammo tale formazione sui massimi di Maggio 2008).

Nel breve, settimana scorsa, sembrava già da subito proiettare la continuazione del ritracciamento, ma il segnale di Lunedì, sembra essere di ulteriore forza.

Diciamo, che molto probabilmente entro Venerdì, capiremo se il movimento del 18 Maggio, è stato di ulteriore distribuzione o meno.

Eppure i fattori a favore di un movimento di contrazione ci sono tutti, o almeno pare così, ma non è detto che in questa settimana, non possiamo assistere alla formazione di un doppio massimo o addirittura di un massimo superiore a quello di settimana scorsa, prima di iniziare a scendere.

Un doppio massimo, o addirittura un nuovo massimo, farebbe scattare molte ricoperture, e potremmo assistere a vere e proprie fiammate intraday.

Dopo la giornata odierna, riteniamo che forse ci vuole un pizzico di coraggio in più per dire apertamente quello che si pensa.
Poiché noi non pensiamo, ma seguiamo statistiche storiche e di probabilità, ci sentiamo di affermare con tranquillità che secondo noi, il rialzo dovrebbe avere le ore contate, e che nei prossimi (non troppi) giorni, dovremmo assistere ad una falsa rottura rialzista, seguita da un capovolgimento nell’intraday.

Come si può notare dalla mappa evidenziata, intorno alla diciannovesima settimana dell’anno, il nostro barometro storico indica cattivo tempo per alcune settimane.
Attraverso la Bussola di Wall Street, possiamo farci un’idea del movimento, ma non possiamo “quantizzarlo” in punti percentuali.

Diciamo che se il Mercato in poco più di due mesi è salito del 50%, non è detto che nelle prossime settimane non potrebbe scendere del 20/25% o forse più.

Ma i minimi di Marzo?

Con questo movimento dovrebbero rimanere inviolati, ma non ne siamo del tutto convinti per i prossimi mesi.

La situazione è alquanto intrigante, c’è da sperare solo che le velleità dei rialzisti e dei ribassisti, non possano condizionare a tal punto le dinamiche dei Mercati, tali da creare non sei settimane di ribasso, ma sei settimane di una stressante fase laterale.

Vedremo cosa accadrà.

Proiezionidiborsa
Libreria di Borsa online
http://www.proiezionidiborsa.com

Mercati Internazionali: 6 settimane di ribasso? ultima modifica: 2009-05-18T22:39:00+00:00 da redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi subito un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.