L’euforia può far male? La tempesta perfetta sta per abbattersi sui mercati finanziari. La view fino a fine 2018.

I lettori di questo sito sapranno che da mesi andiamo pubblicando indizi che anticipano un crollo che si verificherà nei prossimi mesi.

Senza voler essere ripetitivi rimandiamo all’articolo I mercati americani attratti dal “limite invalicabile” viaggiano verso l’inversione di tendenza e ai riferimenti al suo interno, e all’articolo Il VIX ha raggiunto nuovi minimi storici. Un’altra bolla sta per scoppiare? In quest’ultimo articolo abbiamo mostrato come il VIX (altrimenti detto l’indicatore della paura sui mercati) abbia raggiunto livelli ancora più bassi di quelli raggiunti prima della crisi legata alla bolla immobiliare.

A tutti questi segnali premonitori vogliamo aggiungerne un altro che se inquadrato nel contesto generale fa molta paura.

Una nota casa di brokeraggio americana ha comunicato di aver raggiunto un numero di conti trading aperti senza precedenti. Questo vuol dire che i piccoli investitori stanno tornando prepotentemente a investire in borsa confortati dall’eccezionale performance delle borse degli ultimi anni. Spinti dall’euforia i piccoli investitori stanno tornando in massa sui mercati azionari.

D’altra parte il tipico andamento del sentiment di borsa nella teoria di Dow è come mostrato nella figura seguente

Percezione della paura ai minimi storici,.

Euforia alle stelle.

E’ questo il mix che potrebbe scatenare a breve la tempesta perfetta sui mercati finanziari.

Possiamo dire qualcosa sul timing della tempesta prossima ventura?

Come abbiamo già avuto modo di scrivere ( I mercati americani attratti dal “limite invalicabile” viaggiano verso l’inversione di tendenza) i grafici, l’unica cosa che poi veramente conta, non chiamano ancora il ribasso. C’è ancora spazio per un rialzo dell’ordine del 3% prima che si possano creare le condizioni per un’inversione di tendenza.

Nel caso in cui l’inversione ribassista dovesse verificarsi in prossimità del limite invalicabile quali sarebbero gli obiettivi al ribasso?

Il I° obiettivo naturale si troverebbe in area 2200, il II° in area 1900 e infine il III° in area 1650. Il potenziale ribasso, quindi, potrebbe essere del 40% circa.

Dove e quando potrebbe iniziare e finire questo ribasso?

Il grafico seguente mostra il frattale previsionale per il biennio 2017-2018. La settimana 1 rappresenta la prima settimana del 2017, mentre al 53 la prima del 2018.

Come si vede il punto di approdo del ribasso dovrebbe verificarsi a Marzo 2018. Per una discussione quantitativa della correlazione tra frattale previsionale e andamento reale rinviamo al seguente articolo Mercati finanziari: le correlazioni intermarket non funzionano!

Ma come sta andando il confronto tra previsione e andamento reale per il 2017?

Come si vede dal frattale previsionale siamo in una zona in cui da un momento all’altro potrebbe partire un ribasso.

 

Conclusione: se decine di indizi ci mettono in guardia da un crash prossimo venturo; se il ciclo del sentiment di borsa secondo la teoria di Dow indica che siamo in prossimità di un massimo; se la storia ci dice che un massimo potrebbe essere dietro l’angolo; allora l’unica cosa da fare è prestare attenzione e non avventurarsi in operazioni long di ampio respiro senza essere protetti da stop adeguati.

L’euforia può far male? La tempesta perfetta sta per abbattersi sui mercati finanziari. La view fino a fine 2018. ultima modifica: 2017-08-05T19:02:01+00:00 da Dott. Thomas

Scarica il tuo e-book omaggio!

Inserisci la tua mail e scarica subito QUESTA È LA VITA DA TRADER!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.