La Bussola di Wall Street. Tutto come previsto, ma non è una novità !

La nostra view definita ad Ottobre 2007 e rimarcata nei mesi precedenti non cambia…
Vi riportiamo un nostro Articolo del 14 Maggio 2008 nel quale su queste pagine, proiettavamo il prossimo scenario..:

NON HAI ANCORA ACQUISTATO LA BUSSOLA DI WALL STREET ?

ACQUISTA ORA CLICCA QUI

CREDI DI POTERNE FARE A MENO ?
COSI’ CREDI ?
CREDI CHE I FRATTALI SONO GLI STESSI ?
COSI’ CREDI ?

ARTICOLO DEL 14 MAGGIO…MA ATTENZIONE LO SCENARIO DI UN MINIMO DI AGOSTO E LO SCENARIO FINO A FINE ANNO E’ CAMBIATO…LE MODIFICHE POTETE CALCOLARLE VOI CON LA BUSSOLA DI WALL STREET
Prima facciamo una precisazione.

Come effettuiamo le nostre proiezioni ?

Attraverso studi statistici secolari, abbiamo cercato nei movimenti degli Indici i fattori fissi ed immutabili che condizionano i Mercati e che , se compresi, a parer nostro, consentono di prevedere gli andamenti futuri degli Indici stessi.

In sostanza, secondo noi, gli eventi storici tendono principalmente a ripetersi al verificarsi di determinate condizioni.

Chi opera da molti anni sa bene che i Mercati hanno un andamento ciclico, cioè sa bene che in certi momenti dell’anno, o in certi anni, o in certe settimane, i Mercati si comportano più o meno sempre alla stessa maniera.

Può accadere a volte che le Proiezioni dei vostri softwares siano sbagliate ?

Certo che può succedere : stiamo parlando del futuro e, quindi, nessuna persona seria può neanche lontanamente pretendere di sapere esattamente cosa succederà ( chi lo fa o è sprovveduto o è altro, chi ci crede IDEM ).

Però si può ragionare in termini di probabilità : il fatto che un metodo, in base a stastiche secolari, sia efficace; può solo significare che in futuro ha buone probabilità di continuare a esserlo, buone probabilità che assolutamente non significa certezza.

Ieri ribadevamo la nostra proiezione :

Prevediamo che il ritracciamento in corso, non si potrarrà per uno o due giorni,e seguiranno giornate di grande euforia, dove ognuno si caricherà di Titoli, e dirà : ” Ora si va alle stelle “…

Ma poi, come la Storia racconta, all’improvviso, senza motivo, si inizierà a scendere, e molti medieranno ancora al rialzo, e poi venderanno sui minimi…

Quindi, ci aspettano giornate di grande euforia, ma attenzione, al seguente lasso temporale 15/25 Maggio..ma soprattutto il 03 Giugno ( data e scenario che menzioniamo da Ottobre 2007 ), perchè la Bussola di Wall Street , che si avvale di statistiche storiche dice :

Seguirà un ribasso fino ad Agosto inoltrato, e mentre Wall Street, dovrebbe reggere i minimi di Gennaio, per alcuni Indici Internazionali, dovremmo toccare nuovi minimi annuali….

La Bussola di Wall Street, avvalendosi di statistiche storiche, proietta questo per il 2008 :

Il Dow Jones non dovrebbe segnare nuovi massimi rispetto all’ anno 2007;

Per/entro il 03 Giugno non dovremmo andare oltre i 12.950/13.150,
e anche se accadesse un evento del genere tale movimento sarebbe da considerare overshooting, verrebbe corretto subito nelle settimane a venire,

Il Dow Jones dovrebbe chiudere l’anno 2008 fra area 14.050/13.600;

Oggi non è il momento ideale per aprire posizioni Long di ampio respiro, il momento ideale come più volte ribadito era il primo trimestre in area 11.700/11.600;

Come più volte ribadito, con probabilità superiori al 95% il minimo del 2008 per Wall Street è stato segnato nel primo trimestre ( questa probabilità statistica non è assolutamente applicabile ad altri indici Internazionali );

Per aprire posizioni Long su Wall Street si devono attendere momenti migliori nei prossimi mesi.

Quindi, nelle prossime settimane, cosa ci aspettiamo ?

Un ribasso da fine Maggio/inizio Giugno fino ad Agosto inoltrato.

Questo eventuale ribasso che proiettiamo ha delle ragioni statistiche e storiche ?

Le ragioni storiche e statistiche le ritroviamo nel fattore Sell in May and go away.

La frase “Sell in May and go away” viene ogni anno citata dai giornali durante il mese di maggio e sta a significare che con il mese di maggio inizia il mercato orso. Per cui è meglio se gli investitori fanno liquidità e aspettano tempi migliori per comprare. Si, ma quando? Ci sono due finali diversi del modo di dire precedente. Il primo dice “but remember to come back in september”; il secondo “but buy back on St. Leger Day”, laddove “St. Leger Day” si riferisce ad una classica dell’ippica che si svolge ogni anno a settembre a Doncaster in Inghilterra. In pratica il “Sell in May and go away” implica che il mercato ha performance peggiori tra maggio e settembre rispetto agli altri mesi dell’anno. Sebbene l’origine di questo detto sia europea, il market timing che esso implica è noto anche negli Stati Uniti come “Halloween indicator”, poiché si dovrebbe entrare sul mercato il 31 ottobre e uscire il 30 aprile.

In Tabella 16 è riportato per il periodo 1929-2007 la performance dell’indice DJ separatamente per i periodi Maggio-Ottobre e Novembre-Aprile. Notiamo come a partire dagli anni ’50 la performance nel periodo Novembre-Aprile sia stata sistematicamente migliore rispetto a quella del periodo Maggio-Ottobre.

Maggio-Ottobre Novembre-Aprile
1929-1939 2,47% -4,45%
1940-1949 3,57% -0,13%
1950-1959 3,36% 9,94%
1960-1969 -1,51% 5,10%
1970-1979 -4,78% 5,72%
1980-1989 3,53% 9,71%
1990-1999 2,65% 12,57%
2000-2007 -0,93% 3,93%
Totale 1,44% 5,33%
Tabella 16 Performance media del Dow Jones separatamente per i periodo Maggio-Ottobre e Novembre-Aprile ottenuta considerando gli anni dal 1929 al 2007.

Queste sono le statistiche secolari per quanto riguarda l’effetto Sell in May and go away, quindi nei prossimi giorni capiremo se :

questo effetto storico e statistico, tenderà a ripetersi, e formeremo un Top fra il 15 ed il 25 Maggio, e se dal 03 Giugno cambierà la tendenza da rialzista a ribassista.

Come sempre un semplice avvertimento : le proiezioni vanno confrontate sempre con quello che accade realmente, e mai dire ribasso o rialzo se la tendenza in corso è contraria, perchè è bene ribadire che Trend is your friends, e una tendenza va seguita finchè è in corso, e finchè non cambia polarità.

La Bussola di Wall Street. Tutto come previsto, ma non è una novità ! ultima modifica: 2008-05-23T16:25:00+00:00 da redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi subito un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.