Wall Street brilla dopo i dati positivi. I titoli da tradare per il 30 novembre

a cura della Dott.ssa Giovanna Maria Cristina Sambataro dai suoi uffici di Boston

Le borse americane chiudono la loro sessione al rialzo: Dow Jones +0,12%, S&P +0,13% e Nasdaq +0,21%. Il Pil trimestrale ha superato le previsioni degli analisti e la successiva pubblicazione sulla fiducia dei consumatori ha condotto la coppia EUR/USD sotto quota 1,0590 per poi superare nuovamente la soglia 1,0650 a fine seduta americana. Già da un paio di giorni la coppia si muove in tale range come se stesse aspettando l’evento che faccia cambiare direzione o peggio ancora faccia rafforzare ancora l’attuale super dollaro. Giorno 4 è alle porte oramai e venerdì si attendono i dati sul tasso di disoccupazione e NFP.
I Future asiatici, sul fronte opposto, seguono con passione il rally americano, infatti il Nikkei guadagna lo +0,46% e il dollaro contro lo yen viene scambiato sopra quota 112.
Le borse europee, allo stesso modo, chiudono al rialzo e Piazza Affari brilla rispetto agli altri indici grazie al rimbalzo dei titoli bancari, quali MPS che recupera quanto perso il giorno precedente.

Il petrolio, invece, non ha pace e il suo prezzo scende vicino ai 45$ al barile durante la sessione americana. L’assenza di un rappresentante russo durante il meeting di domani non fa ben sperare a un accordo, anzi. Nonostante le dichiarazioni di Putin della scorsa settimana, il ministro russo non sembra voler accettare il taglio della produzione. Iran e Iraq non sono propensi ad una vera e propria riduzione giornaliera, poiché i loro problemi economici interni potrebbero acuire.
Molti analisti sono fiduciosi che venga stilato una fattispecie di accordo, ma la giusta domanda da porsi è: verrà rispettato?

Per consultare il calendario economico

Chi vuole essere portato per mano e vuole, guadagnare costantemente sui mercati puo’ sottoscrivere l’abbonamento al Blog Riservato

Piazza Affari: titoli selezionati con probabile MAX/MIN e livelli di trading

In questa sezione curata dallo Staff di Proiezionidiborsa, riportiamo giornalmente i titoli che hanno dato un probabile segnale di minimo o di massimo.

Questi dati esulano dalla nostra operatività nel Blog Riservato, ma sono segnali che verranno spiegati in un prossimo Ebook. Nel momento in cui l’ordine è eseguito, si posiziona uno stop-loss sotto il minimo/sopra il massimo della giornata.

Se la posizione diventa profittevole, si utilizza un trailing stop per proteggere una parte del guadagno teorico raggiunto.

Titoli con probabile MINIMO (entrare LONG)

Finecobank

ENTRY LEVEL = 4.774

STOP = 4.622

SNAM

ENTRY LEVEL = 3.492

STOP = 3.416

UBI Banca

ENTRY LEVEL = 2.11

STOP = 2.02

Unicredit

ENTRY LEVEL = 1.968

STOP = 1.867

Titoli con probabile MASSIMO (entrare SHORT)

YOOX

ENTRY LEVEL = 26.68

STOP = 25.00

In questa  sezione riportiamo giornalmente quei titoli che mostrano una compressione della volatilità e che potrebbero essere in procinto di “esplodere”.

NOTA BENE: in questa sezione non viene indicato in che direzione il titolo esploderà, ma solo che sta per farlo.

CAMPARI

CNH Industrial

 

Wall Street brilla dopo i dati positivi. I titoli da tradare per il 30 novembre ultima modifica: 2016-11-29T23:15:50+00:00 da redazione

Ricevi subito un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book!

La tua privacy è tutelata al 100% secondo il D.L. 196/2003.
In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla lista.